Condivisione – by Alessio

Posted By Carlo Vian on Mag 8, 2018 | 1 comment


Ciao a tutti, sono Alessio, ho cominciato a praticare Viet Vo Dao circa sei anni fa quasi per caso, spinto dalla curiosità verso un’arte marziale sconosciuta, che poi si è trasformata in una travolgente passione e non solo.

Poco tempo fa, dopo un percorso non facile, ho raggiunto il livello di quarta striscia (1 Do) avviandomi sulla strada per la conquista della cintura nera, forse; visto che non avevo ancora pubblicato niente il Maestro colse l’occasione per chiedermi di esprimere le mie impressioni sull’esame appena superato.

Ecco, se devo dire la verità, la proposta mi trovo un po’ spiazzato non essendo io un grande “oratore”, ma ora a sangue freddo posso dire che è giusto perché più si va avanti nel Viet Vo Dao e più ci si rende conto quanto sia condivisione.
Si, condivisione! Parti che sei una semplice cintura bianca e cominci ad apprendere cose per te sconosciute, guardando con la coda degli occhi persone che lo fanno da tempo, sentendoti impacciato e inadatto, ma allo stesso tempo anche motivato.

Conosci i fondamentali, la prima forma, la forma delle cadute e le prime difese personali da fare con un compagno di allenamento che può essere già un amico o anche uno sconosciuto, e via via ogni esame sarà così, con esercizi sempre più complessi da eseguire e difficoltà sempre più grandi sia fisiche che mentali condivise con un compagno che spesso cambia per vari motivi.

Tu con la coda dell’occhio guardi sempre i più alti in grado e pensi ” chissà se anch’io arriverò un giorno al loro livello”……ma l’occhio pian piano comincia a guardare anche chi è arrivato dopo, chi come te sta affrontando da solo o in coppia cose che hai appena superato o addirittura quasi messo in un angolo per fare spazio a cose nuove; ed è li che scatta per me la condivisione, senza volerlo ma anzi in maniera del tutto casuale, se si è guidati dalla passione per questa attività, con il tuo compagno (nel mio caso Orazio) ti ritrovi nel tuo piccolo a dare una mano, mettendo a disposizione le tue esperienze a chi sta seguendo la stessa strada che hai percorso prima tu; come continua a farlo chi è più alto in grado con te.

Ora come ora posso dire: Sì, l’esame di quarta striscia per me è stato il più difficile in assoluto fin’ora (come ogni esame appena superato) però come sempre non ero solo nelle mie difficoltà. Tutto era condiviso con Orazio in primis e poi con gli altri, perché in qualsiasi momento trovavo sempre chi, con una parola di incoraggiamento, conforto o addirittura una “cazziata” tirava la molla per farmi andare avanti. Poteva essere chiunque, il Maestro o l’ultimo iscritto.

Tutti lì dentro proviamo le stesse cose, vittorie e sconfitte di qualsiasi genere, che siano esse individuali o di gruppo.
Ecco, il mio esame in conclusione, è stato solo un traguardo o meglio un checkpoint, anche se importante, verso una meta da destinarsi non precisata che mi ha fatto crescere e capire che il singolo non esiste più in quanto si fonde con il gruppo quasi a diventare una sorta di famiglia.

 

Condivisione, quindi.

 

 

Grazie e buona Via a tutti.

Alessio Scattolin

1° Do

Tinh Vo Mon Treviso

1 Comment

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: