Festa Tradizionale a Brescia, 18 / 19 Aprile 2009

Posted By admin on Ago 2, 2013 | 0 comments


I giorni 18 e 19 Aprile 2009 si è tenuta a Roncadelle in provincia di Brescia la Festa Tradizionale in onore del fondatore Hung Vuong I…

…organizzata da Marco Taglietti della Palestra di “Lien Hoa Kiem” di Roncadelle, il programma era così strutturato: Sabato 18 stage di bastone corto e lungo con i Maestri Carlos Santos e Carlos Tavares…del Viet Vo Dao Portogallo, nonché il fantomatico e temuto esame di cintura nera e gradi superiori!

Domenica 19 Torneo di forme (quyen) a squadre e dimostrazione delle varie associazioni regionali della Federazione Viet Vo Dao Italia. Il week end è iniziato in modo tragico, tipo “Divina Commedia”; sveglia alle 4.30 del mattino con due abbondanti litri di caffé, per trovarci alle 5.15 con Francesco Vigo, Luca Beraldo e Fausto Amicucci (il nostro autista) e partire subito alla volta di Quinto dove ad attenderci c’era Roberto ed Enrico Pellegrini, Roberto Salatini e anche un non poco ansioso Dario Impelluso, che con appunti e dispensa in mano stava ripassando le ultime cose per l’esame di cintura nera che doveva sostenere quel giorno. Non so quanti caffé si fosse “fatto”, ma per l’ora da lupi, era stranamente allegro e sveglio. Tirato su anche Dario Carestiato abbiamo preso l’autostrada alla volta di Brescia, con ovviamente colazione da campioni in autogrill.Il tragitto non ve lo so descrivere perché a parte qualche battuta ho dormito tutto il tempo: alla faccia di chi guidava!Siamo arrivati nel palazzetto circa alle 8.00, dove abbiamo iniziato ad intravedere altri artisti marziali, si riconoscevano ovviamente dai bastoni che si portavano appresso, provenienti da tutta Italia.Poiché per me era il primo stage, non avevo idea di come si strutturasse la giornata e ho atteso con ansia l’inizio del programma.
Lo stage è iniziato con la presentazione dei Maestri Santos e Tavares e dopo un massacrante riscaldamento di ben 5 minuti il Maestro Tavares ha iniziato a farci prendere mano con il bastone corto, arma non usata in Italia ma ben specializzata in Portogallo. Fino a mezzogiorno inoltrato il Maestro ha cercato di insegnarci la prima Forma, con i metodi di applicazione e il significato di ogni passaggio. Il Maestro parlava un italo-portoghese un po’ improvvisato ma con la sua simpatia e bravura ci ha fatto passare una mattinata allegra e istruttiva.
Intanto che noi sudavamo per via dell’allenamento i nostri compagni esaminandi sudavano dieci volte tanto nello scrivere il loro tema e farsi interrogare dai Maestri Bao Lan, Nguyen Van Viet e Nguyen Thien Chinh nella prima parte dell’esame: per loro la giornata era ancora lunga!
Il pranzo ce lo siamo proprio goduti, con tanto di caffé e ammazzacaffe in un ristorantino della zona in un relax da sogno.Prima di iniziare la seconda parte dello stage Francesco V. ha dovuto abbandonarci per andare a fare da spalla alla piccola Veronica che nel pomeriggio doveva riconfermare la cintura nera e diventare così Primo Dang.Bastoni in mano e con una gran voglia di apprendere nuove tecniche siamo tornati nella palestra a fare altre quattro ore di intenso allenamento. Nel pomeriggio ci abbiamo dato dentro alternando bastone corto e lungo, apprendendo tante tecniche con questa arma e personalmente assassinandomi dita e caviglie!Senza accorgerci del tempo che passava è arrivata l’ora di salutare i Maestri: lo stage era finito.Purtroppo il tempo ha iniziato a peggiorare e sotto la pioggia siamo andati in albergo a rilassarci e soprattutto a mangiare. Nella hole abbiamo incontrato tutte le quarte strisce e cinture nere che avevano finito di fare l’esame e che il giorno dopo sarebbero stati presentati per il passaggio di grado. Erano leggiadri per aver finito di fare quello smisurato sforzo, soprattutto psicologico, che è l’esame di Nera.


La cena è stata all’insegna dell’ozio, del divertimento e ovviamente del cibo, che ingurgitavamo come leoni dando l’impressione che fosse il nostro ultimo pasto. Ci sono stati i meritati ringraziamenti ai Maestri Carlos Santos e Carlos Tavares, che hanno intrapreso questo viaggio per allenare noi povere cinture bianche e i colleghi cinture nere, ai Maestri Bao Lan, Nguyen Van Viet e Nguyen Thien Chinh e ovviamente al Marco Taglietti per l’impegno avuto di organizzare una festa nazionale.Finita la cena siamo andati a festeggiare nella camera di Mattia, Francesco G.. e Marco tutti e tre sollevati di aver concluso l’esame. Ce l’avevano comunicato quale fosse un luogo segreto:- Tra mezzora – stop- camera 121 – Passo e chiudo.Dava quindi l’idea di essere un ritrovo per pochi intimi (sì Paolo so già che stai facendo una battuta!!), ma quando sono arrivato, stranamente in ritardo, dentro a 4 mq c’erano tipo una trentina di persone.Sfiniti, ma con il sorriso stampato in faccia siamo andati a dormire ognuno nella propria stanza.Il mattino seguente toccava a NOI! La gara di Quyen a squadre stava per cominciare.Delle palestre di Treviso e Montebelluna gareggiavamo io, Fausto, Silvia e Martina in una squadra con il Tiem Mon Quyen; Paolo, Dario I., Francesco G.. e Mattia in un’altra con il. Tap Tu Quyen. La mia squadra ha fatto una bella gara e anche se non ci siamo classificati siamo stati soddisfatti di aver ottenuto un buon voto, tra i più alti, mettendoci tutta la determinazione e l’impegno che ci vuole in queste prove. Anche la squadra di Paolo ha fatto una bella dimostrazione di coordinazione e tecnica degna di 4 cinture nere. La loro preparazione per questa gara è stata di 2 minuti prima della gara e basta! Ma come dargli torto? Con la mole di lavoro che dovevano fare per l’esame, la gara era, giustamente, la loro ultima preoccupazione.
La festa tradizionale è stata splendida e colorata mostrandoci i consueti usi del paese natale del Viet Vo Dao. Dopo una brillante dimostrazione dei vari Maestri della Federazione c’è stato il passaggio di grado per gli esaminati:
– Denis 3° Dang;
– Michela, Marco e Veronica 1° Dang;
– Paolo, Dario I., Mattia e Francesco G. Cintura Nera.Hanno ottenuto tutti ottimi risultati con Denis il voto più alto, nonché il primo 3° Dang della scuola del Maestro Foschi Maurizio e Francesco suo allievo, addirittura la nomina (c’è una domanda che mi arrovella però: hanno offerto da bere?).Contenti della grande esperienza acquisita e personalmente convinto che non sarà l’ultima siamo saliti in macchina e abbiamo intrapreso il viaggio di ritorno.E’ stata un’esperienza fantastica e per me del tutto nuova; la mia strada è ancora lunga e forse un giorno qualche mezza striscia scriverà del mio esame di Nera. Ringrazio il mio Maestro che porta tanta pazienza e mi fa amare il Viet Vo Dao, Denis che mi ha fatto conoscere questa arte e tutti i miei compagni che con le buone o picchiandomi mi aiutano a migliorare ad ogni lezione e per non deludere la tradizione iniziata da Denis e costantemente portata avanti dal mitico Paolo (alias Paolone) mi sento in obbligo di dire:Anche per questa volta NOI C’ERAVAMO e per gli altri non spetta che attendere il prossimo appuntamento.

6° Do, Carlo Vian
TVM Treviso

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: